Lettera su Avvenire del 24 settembre 2019

  UN IMPEGNO CHE MERITA VERO ASCOLTO